martedì 10 dicembre 2013

La lettera con cui Lorenza Carlassare ha rassegnato le dimissioni dalla Commissione dei saggi. - Famiglia Cristiana

La lettera con cui Lorenza Carlassare ha rassegnato le dimissioni dalla Commissione dei saggi. - Famiglia Cristiana

Ildegarda di Bingen

Ildegarda di Bingen

"Stereotipi, rinunce e discriminazioni di genere"

"Stereotipi, rinunce e discriminazioni di genere"

Torniamo a dare valorebr /all’importanza di essere “femmine”

Torniamo a dare valorebr /all’importanza di essere “femmine”

LE 21 MADRI DELLA COSTITUZIONE di carla grementieri

LE 21 MADRI DELLA COSTITUZIONE di carla grementieri

Lina Merlin - Biografia

Lina Merlin - Biografia

Perché le donne non fanno (ancora) carriera in università

Perché le donne non fanno (ancora) carriera in università

lunedì 23 settembre 2013

LUI E' FATTO COSI'! La violenza invisibile. Come parlarne?

La violenza invisibile. Come parlarne?

Una riflessione indispensabile di Lea Melandri 

accompagnata da una riflessione di Luciana Littizzetto:

Ci sono ragazze che mi chiamano per chiedere aiuto, ma poi mi dicono: "sai, lui è fatto così, ma dopo gli passa". Si,  però nel frattempo ti ha rotto uno zigomo. Le donne pensano di avere la colpa di tutto, anche dell' esplosione della centrale di Fukuscima. (Chi n. 12, 21 marzo 2012, p. 35)

Quante volte abbiamo sentito: Sai lui è fatto così, ma, in fondo è buono? Molte volte  ma poche volte abbiamo riflettutoa fondo su quanta violenza invisibile ci sia alla radice di questa frase retorica basata sul buonismo e sull' idea, imposta alle donne, della loro supposta capacità perdonatrice. 

mercoledì 14 agosto 2013

Noi maschi dovremmo occuparci di più del femmicidio | La ventisettesima ora

Noi maschi dovremmo occuparci di più del femmicidio | La ventisettesima ora

DIRETTAMENTE DAL SITO DEL QUIRINALE: Notizia

Notizia

Dichiarazione del Presidente Napolitano


Retorica paternalistica e moraleggiante, deduzioni irrazionalistiche e visione di un potere primitivo ed elementare sono alla base di questa dichiarazione tanto attesa! 
Non viene detto nulla di moralmente rigoroso ma si continua con il "dichiarazionismo di maniera" per continuare a supportare l' incapacità politica e la distruzione dell' etica. Nel frattempo la politica continua a preoccuparsi di mantenere il monopolio sulla povertà in nome di un governo che non c' è ma di cui il Presidente continua a invocare la sopravvivenza del suo simulacro. Berlusconi continua a essere il figlio indisciplinato da punire e perdonare perchè, di fatto, utile alla sopravvivenza di un potere opportunista che fa comodo a tutti: dinamiche di potere supportate da ideologie primitive continuano a interrompere l' evoluzione civile dell' Italia e porteranno lo Stato alla distruzione. Da osservare, in particolare, l' uso dell' aggettivo fatale per riconoscere l' ideologia politica pre-moderna caratterizzata da una visione magico-irrazionalistica e naturalistica della concezione del potere. 
Egregio Presidente Napolitano, la politica è anche fatalità ma soprattutto esercizio ragionevole del potere che si deve tradurre in azioni efficaci, efficienti, morali e giuste nell' interesse del bene comune!  
Il Presidente Napolitano, con questa dichiarazione, dimostra di impersonare efficaciemente la tradizione storica della spartizione del potere da parte delle formazioni politiche italiane iniziata con  il Connubio  (accordo politico del febbraio 1852 tra due schieramenti del Parlamento Subalpino, quello del Centrodestra, capeggiato da Cavour, e quello del Centrosinistra guidato da Urbano RattazziL’accordo fu ostacolato sia dal Presidente del Consiglio del Centrodestra allora in carica, massimo D Azeglio, sia dal Re di sardegna: Vittorio Emanuele II). Cavour si dovette dimettere da ministro ma il suo primo governo, che si formerà nel novembre successivo, si baserà sulle forze del "Connubio" con la giustificazione dell' attuazione di una politica liberale. 
L' ideologia della mediazione che diventa compromesso a giustificazione dell' esercizio del potere giusto, in nome esclusivo del potere e non della buona politica, continuerà poi con le forme di tolleranza al primo potere mussoliniano e sfocerà poi nel consociativismo patologico del Dopoguerra (mediazione che diventa compromesso contro i cittadini). 

Oggi noi cittadini possiamo dire che:
  • l' esperienza in senso lato dei partiti raccolti intorno all' arco costituzionale uniti dall' ideologia antifascista e dalla Costituzione Repubblicana nata dalla Resistenza a formare la cultura politica dell' Italia,
  • l’esperienza dei governi di unità nazionale
  • l' esperienza del compromesso storico 
  • l' esperienza dei governi di solidarietà nazionale degli anni 1976-79, 
  • l' esperienza dei governi Berlusconi e Prodi,
sono state tutte esperienze politiche inquinate da un esercizio patologico del potere tendente ad autoreplicarsi per l' esclusivo interesse personale che hanno danneggiato irremediabilmente i cittadini. 

A distruggere definitivamente la politica del  bene comune sono state le esperienze di potere su base personalistica in nome di un supposto carisma motivato proprio dalla capacità, anche canaglisca e sfrontata, di acquisire il potere stesso (Craxi)  o dalla capacità data dalla forma-denaro in una società oggettivizzata definitivamente attraverso il possesso dei media (Berlusconi).
Il Presidente Napolitano dovrebbe, perlomeno, pronunciare parole che potessero, anche solo, dare ai cittadini una speranza nel futuro politico dell' Italia.

Napolitano omaggia Silvio | Lucia Annunziata

Napolitano omaggia Silvio | Lucia Annunziata

giovedì 8 agosto 2013

Letta, approvato il decreto anti femminicidio: «Via da casa il coniuge violento» - Corriere.it

Letta, approvato il decreto anti femminicidio: «Via da casa il coniuge violento» - Corriere.it

L' ORDALIA TELEVISIVA

E' in atto l' ordalia magico-televisiva per sostituire la giurisprudenza razionale e tutti ne sono
complici: i campioni, mistici berlusconiani, che si battono al posto del sig. Berlusconi e i giornalisti spettatori. Ormai gli spettatori-elettori sono esclusi da qualunque dinamica razionale costretti ad assistere a verità magiche come provenissero da una divinità anche se sconcia. 

Dall' Enciclopedia Treccani

L’o. è un fenomeno religioso largamente diffuso nel mondo (Africa occidentale, India, antichi popoli germanici ecc.). Anche i singoli tipi di prove ordaliche, note dal Medioevo, si ritrovano presso i più diversi popoli. Tra queste le più importanti sono quelle del veleno (chi lo rigetta è innocente: Africa occidentale); dei liquidi bollenti o metalli arroventati (l’innocente subisce minori lesioni: Borneo, Africa, India); del fuoco (camminandovi sopra, l’innocente resta illeso); bilaterali (duelli, l’innocente vince: Borneo, Giappone); prove miste. L’o. spesso si combina con il giuramento che può rappresentare di per sé un’o., in quanto il giurante invoca maledizione e sanzione divina sopra di sé nel caso che giuri il falso; ma anche una prova ordalica indipendente a volte è preceduta dal giuramento e la sanzione invocata è proprio l’esito negativo dell’ordalia.
L’o. ha anche nessi con la divinazione, quale manifestazione della verità nascosta. Inquadrandosi in sistemi religiosi sia politeistici sia monoteistici, l’o. può far diretto appello a una divinità e, in questo caso, si fa precedere da una preghiera.
Oggi l' Ordalia messa in atto dai "campioni berlusconiani" è affidata ai sondaggi!

Islamiche e femministe. Il dibattito continua | inGenere

Islamiche e femministe. Il dibattito continua | inGenere

Agenti occulti della povertà - Corriere.it

Agenti occulti della povertà - Corriere.it

UN ESEMPIO DI SCUOLA DI VITTIMIZZAZIONE SECONDARIA! La tredicenne mostrava una certa esperienza sessuale… E il pedofilo è scarcerato

La tredicenne mostrava una certa esperienza sessuale… E il pedofilo è scarcerato

Ricordiamo che la Gran Bretagna non ha ancora ratificato la Convenzione di Istambul firmata in data 8/6/2012!

martedì 6 agosto 2013

Come si fabbrica l’opinione pubblica. Un inedito di Pierre Bourdieu - micromega-online - micromega

Come si fabbrica l’opinione pubblica. Un inedito di Pierre Bourdieu - micromega-online - micromega

Caffè Europa - Attualita'

Caffè Europa - Attualita'
La violenza simbolica (Pierre Bordieu)

Il professor Vittorino Andreoli: "L'Italia è un Paese malato di mente. Esibizionisti, individualisti, masochisti, fatalisti"

Il professor Vittorino Andreoli: "L'Italia è un Paese malato di mente. Esibizionisti, individualisti, masochisti, fatalisti"

Il Barone di Montesquieu e il pregiudicato Berlusconi - Domenico Valter Rizzo - Il Fatto Quotidiano

Il Barone di Montesquieu e il pregiudicato Berlusconi - Domenico Valter Rizzo - Il Fatto Quotidiano

E se la legge scrivesse: «Come una buona madre di famiglia»? | La ventisettesima ora

E se la legge scrivesse: «Come una buona madre di famiglia»? | La ventisettesima ora

E se la legge scrivesse "Come una brava persona?"

venerdì 2 agosto 2013

Su “Autorità” di Luisa Muraro | Libreria delle donne di Milano

Su “Autorità” di Luisa Muraro | Libreria delle donne di Milano


Luisa Muraro, splendida, puntuale e capace come sempre di problematizzare le criticità attuali. 

“Propongo di combattere il circolo della forza con la forza simbolica dell’autorità che, senza essere in sé buona o cattiva, è orientata in senso relazionale, ammette il consenso libero e contende al potere il terreno della scommessa politica.
Intendo la grande scommessa che riguarda la condizione umana e le esigenze più pressanti fra le quali, per un essere umano, dopo il cibo e la casa, c’è anche un minimo di giustizia e di verità”. p. 59.

Il grande errore è andare in piazza per conto di altri - Corriere della Sera

Il grande errore è andare in piazza per conto di altri - Corriere della Sera

ATTUALISSIMO! Elsa Morante: Pagina di diario - Scudit Scuola d'Italiano Roma

Elsa Morante: Pagina di diario - Scudit Scuola d'Italiano Roma

Assolutamente da leggere per tanta attualità che esprime!